Origine delle fortezze 3/3

portale nero 3-3

Il terreno ancora si abbeverava di innocenza, mentre i campi furono offuscati dai cadaveri abbandonati in modo intollerabile all’ignominia di bestie ed augelli. Tanta fu l’ira e il cordoglio degli uomini da far lì crollare antichi legami, per erigere ognuno la propria stirpe e casata.

Giunse l’era delle grandi fortificazioni di mattoni o in pietra, fino al ripristino dell’abbandonato Titano o della congelata Arkantorre. Maggiormente vigorosi si profilavano i nemici e in maggior misura tali strutture rasentavano l’inaudito, con le loro altezze abili a far ombra alle pendici montuose.

Nel lento e imperturbabile scorrere dei secoli le guerre e gli odi si inasprirono, lasciando rado spazio al fervore delle menti. Gli uomini si assuefecero all’inevitabile perenne conflitto, diventando sempre maggiormente simili alle creature dalle quali vennero assoggettati.

E sopraggiunse il tempo per ammirare stagliati in cielo le più colossali fortificazioni umane come la Digamuro a guardia della Rocciavia o il Muro dell’Est, poderosa e indistruttibile difesa di Portale Nero oltre ad un’infinità di castelli fortezze e villaggi fortificati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...