Albori della gloria 2/3

Eroi e reliquie 2/3

eroi-e-2-3

Fu da un’umanità defraudata della vitale scintilla che divampò la fiamma inaspettata dell’onore. Immerso in una marea di capi chini si levò colui il quale di necessità fece virtù, forgiando, con le sue rozze mani da fabbro, un arma dalle carcasse dei Demoni sconfitti per divino potere. Ossa divennero polvere e polvere si incluse nell’acciaio per poi venir forgiata con il fuoco demoniaco di un cuore ardente e in seguito temperato nel sangue di un Dio caduto. Pelle e corna di empie creature diedero sostanza all’impugnatura, mentre un occhio fu incastonato nel pomolo per decorazione. La spada rispose al nome di Reliquia degli Inferi e mostrò un potere smisurato, capace di smuovere la terra e prosciugare interi oceani al solo fendente. Ma il male insito nelle creature dalle quali parti venne creata la spada perdurò e quello che l’arma non palesò, se non quando fu necessaria, fu la propria volontà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...