Favole per infanti

Brandelli di verità tra i fumi del tempo

mastino

Da secoli brandelli di verità strappati con la lama della perseveranza al lento oblio della storia, brandita dal paladino delle tradizioni, restituiscono sotto le più svariate forme luminose perle di saggezza. Sovente tali raggi di acume giungono ai ciechi uomini dai secoli più bui, quando il grande scisma degli antichi Dei diede origine alle Crociate Eretiche. Tali Guerre, tra le più cruente annoverate dalle cronache, vennero condotte dai primi Re, alfieri dei voleri supremi, per la sopravvivenza della razza umana.

Ogni sorta di orrore e tormento venne rigurgitato dai più cupi meandri del florido ventre della terra e del cielo. Demoni, mostri e antiche ripugnanti creature diedero nuovamente battaglia a chi con ardore e altruismo vi si oppose all’ombra dell’aurea croce a dodici punte, in seguito eletta a vessillo del Regno degli Uomini Uniti. Dopo lunghi inverni di battaglia giunse tra le schiere nemiche la minaccia così descritta nelle cronache della Prima Crociata Eretica:

Dal puro odio inalato come fuoco nella carne fetida ed il pelo consunto originò l’essenza stessa del malvagio. Riverberò illegittima la scintilla vitale, adducendo forma e fiato all’atavico timore, serbato nel cuore umano. Neri come le ombre dell’inferno e subdoli oltre ogni umana comprensione, maggiormente torvi delle più decadenti bassezze umane, discesero dai monti con il vespro, macchie di ombra e morte dal glabro muso.

Tali antiche bestie vennero in seguito dimenticate poiché sconfitte, confuse tra i postumi della sbornia per il turbinare degli eventi dall’ignoranza degli uomini. I tremendi quadrupedi, messia di morte e untori del terrore tra gli antichi cavalieri, persero mordente sulle nuove generazioni convinte dell’impossibilità di un loro nuovo avvento. Relegate tra i più creduli e restando in auge solo per gli infanti, tali storie servirono le labbra degli anziani, fornendo uno spunto educativo nei confronti dei bambini, spingendoli ad ubbidire. Tramandate al confine tra la bruma della dimenticanza ed il mito popolare non un solo incubo fornirono per secoli …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...